Mappa del sito

Home

Biologia

Geog. Generale

Chimica

Tabella Elementi per Z
Capire la mole Alun_1 ; Insegn_2
Mole: esercizi
Meccanica quantistica - 1 - 2 - Bohr
Lezioni varie Lezioni_1 ; ; Lezioni_2
Sistema periodico doc_1 ; Tabella
Legami: esercizi
Nomeclatura: teoria 1; teoria 2
Nomenclatura: esercizi 1; esercizi 2

Download

Scarica gratis lezioni, approfondimenti, materiali e software didattici, test e compiti di geografia generale, chimica e biologia.


Area studenti

Inserisci la password:

Cellule staminali.

Le cellule staminali sono cellule primitive non specializzate dotate della capacità di trasformarsi in diversi altri tipi di cellule del corpo attraverso un processo denominato differenziamento cellulare. Per poter essere definita tale una cellula deve soddisfare due proprietà: l'autorinnovamento e la potenza. L' autorinnovamento è la capacità di tali cellule di compiere un numero illimitato di cicli replicativi mantenendo il medesimo stadio differenziativo.La potenza è la capacità di dare origine a una o più linee o tipi cellulari tramite il differenziamento.

Sulla base della capacità di differenziarsi in molti tipi celllari o meno si classificano in vari tipi:



Totipotenti

La totipotenza è la capacità di una singola cellula di dividersi e produrre tutte le cellule differenziate in un organismo, compresi i tessuti extraembrionali . Nei mammiferi è conosciuta una singola cellula totipotente, lo zigote; già fra la terza e la quarta divisione cellulare, le cellule iniziano a perdere la loro totipotenza.

Pluripotenti

La pluripotenza è la capacità di una singola cellula di dividersi e di differenziarsi in uno qualsiasi dei tre strati germinali: endoderma (rivestimento interno dello stomaco, del tratto gastrointestinale, i polmoni), mesoderma (muscoli, ossa, sangue, urogenitale), o ectoderma (tessuti epidermici e del sistema nervoso). Tali cellule non possono pertanto dare origine ad un organismo adulto, perché non hanno il potenziale per contribuire ai tessuti extraembrionali, per esempio nel caso dei mammiferi placentati non possono dare origine alla placenta (tessuto extraembrionale).

Multipotenti

Un esempio è la cellula ematopoietica (una cellula staminale del sangue) la quale può svilupparsi in diversi tipi di cellule del sangue, ma non può svilupparsi in cellule cerebrali o altri tipi di cellule al di fuori dei tipi di cellule appartenenti al tessuto del sangue.

Oligopotenti

Le cellule oligopotenti hanno la capacità di dare origine alla linea linfoide o mieloide. Altri esempi di cellule progenitrici oligopotenti sono le cellule staminali vascolari che hanno la capacità di diventare o cellule muscolari lisce oppure endoteliali.

Unipotenti

Hanno la capacità di differenziarsi in un singolo tipo di cellula. Ad esempio gli epatociti, che costituiscono la maggior parte del fegato, sono unipotenti. La capacità del fegato di rigenerarsi da un minimo del 25% della sua massa originaria è attribuita a questa proprietà, altri esempi sono dati dalle cellule staminali unipotenti cubiche o cilindriche presenti a livello dello strato germinativo dell'epidermide.

Tipico esempio di Cellula Staminale multipotente è senza ombra di dubbio la Cellula Staminale Ematopoietica, in grado infatti di originare tutte le cellule del sangue (eritrociti, piastrine, leucociti, ecc). L'enorme interesse della comunità scientifica al loro riguardo deriva, oltre che da quanto detto finora, anche dalla possibilità di modificarle geneticamente, sostituendo ad esempio un gene mutato con una copia sana. Le possibili applicazioni terapeutiche di queste cellule sono affascinanti e senza precedenti; solo per citarne una, pensiamo al trapianto di cellule e tessuti. Producendo grandi quantità di cellule sane, sarà possibile impiegarle nei trapianti delle cellule nervose per curare il morbo di Parkinson, delle cellule beta del pancreas per curare il diabete, e ancora delle cellule cardiache per curare un cuore danneggiato da un infarto.

Per quanto riguarda invece le Cellule Staminali Adulte, esse sono presenti in tutti gli organi dei mammiferi. Quello che è certo è che il loro numero tende purtroppo a diminuire col procedere dell'età. Le applicazioni delle staminali adulte in medicina sono molteplici e spaziano da una campo all'altro, dall'ematologia all'oncologia, dall'immunologia alle applicazioni nelle patologie cardiovascolari.

Esistono anche cellule staminali neurali, ossia staminali presenti a livello del sistema nervoso centrale e periferico, capaci nelle opportune condizioni di proliferare e dare origine a cellule del sistema nervoso.
Di molta più facile reperibilità sono invece le cellule staminali ricavate dal cordone ombelicale: le Cellule Staminali Embrionali.Sono cellule staminali multi potenti, capaci cioè di generare differenti tipi cellulari. Se si pensa al fatto che queste cellule sono da sempre andate perdute, solo da pochi anni infatti si è iniziata a diffondere la pratica di raccolta e conservazione del cordone ombelicale in apposite banche (banche del cordone ombelicale appunto), ci si rende conto di come solo ora si inizino a comprendere le molteplici potenzialità mediche delle staminali.

La conservazione del cordone ombelicale risolve il problema del rigetto e può rappresentare in futuro un grande investimento in salute che la coppia può fare per il proprio bimbo. Questa pratica è oggi ancora poco diffusa e forse ancora poco chiara per la maggior parte delle persone.
Fonte articolo: Wikipedia e biotecheambiente.com