Vanità

Mais.






Procarioti.

I Batteri regolano l'espressione genica tramite gli operoni (strutture formate da un PROMOTORE che si lega alla RNA polimerasi, un OPERATORE che funziona da interruttore della trascrizione e da un GENE REGOLATORE che produce la proteina regolatrice che attiva o disattiva l'operatore in caso di presenza o assenza della sostanza alimentare da metabolizzare).

Eucarioti.

Nei gatti Squama di Tartaruga femmina (genotipo XX) è possibile osservare l'inattivazione di uno o l'altro cromosoma X, dove si trova il gene del colore rosso o nero del pelo. Gli eterozigoti, infatti, presenteranno il pelo a chiazze rosse e nere, a seconda di quale cromosoma X sia stato disattivato in ciascuna cellula o gruppo di cellule. I maschi, poichè hanno un solo cromosoma X, saranno a tinta unita.

Mappa del sito

Home

Biologia

Geog. Generale

Chimica

Tabella Elementi per Z
Capire la mole Alun_1 ; Insegn_2
Mole: esercizi
Meccanica quantistica - 1 - 2 - Bohr
Lezioni varie Lezioni_1 ; ; Lezioni_2
Sistema periodico doc_1 ; Tabella
Legami: esercizi
Nomeclatura: teoria 1; teoria 2
Nomenclatura: esercizi 1; esercizi 2

Download

Scarica gratis lezioni, approfondimenti, materiali e software didattici, test e compiti di geografia generale, chimica e biologia.


Area studenti

Inserisci la password:

Barbara Mc Clintock: combattere le convenzioni.

Barbara McClintock (1902-1992)

E' nota principalmente per la scoperta dei trasposoni, particolari segmenti di DNA capaci di spostarsi da una posizione all'altra all'interno dei cromosomi e di dar luogo a mutazioni instabili. (Tra gli effetti dei trasposoni, semi privi di colore o macchiati.)

I suoi lavori, pubblicati nel 1951, furono accolti dalla comunità scientifica con diffidenza, se non con ostilità, dato che in quegli anni le donne venivano ancora sottostimate in ambito scientifico; le sue conclusioni, poi, erano tanto innovative e rivoluzionarie da essere in contrasto con la visione scientifica del tempo, che voleva i geni come entità fisse sui cromosomi, incapaci di spostarsi.
Nei primi anni anni settanta, quando aveva ormai abbandonato il lavoro, la Mc Clintock vide però riconosciuti i suoi meriti. Gli elementi trasponibili, nel frattempo, erano stati trovati in molti esseri viventi, oltre che nel mais, e i suoi studi vennero rivalutati e apprezzati. Nel 1983, ben 35 anni dopo la prima pubblicazione dei suoi lavori sui trasposoni, fu premiata con il Nobel per la medicina.

I trasposoni batterici.

Le sequenze di inserzione (IS) sono l’esempio più semplice di trasposoni batterici. Esse contengono solo gli elementi necessari alla loro trasposizione: corte ripetizioni complementari e invertite (IR) alle loro estremità e almeno due geni che codificano un enzima chiamato trasposasi responsabile della trasposizione.

Le sequenze invertite (IR) qui riportate sono ipotetiche; le sequenze di inversione tipiche possiedono IR anche più lunghe, da 15 a 25 coppie di basi. Trasposoni più grandi possono avere delle ripetizioni invertite lunghe anche fino a centinaia di basi. Ecco un documento ( TRASPOSONI ) in cui vengono mostrate tutte le modificazioni che un gene subisce durante la trasposizione.

Come agiscono.


Formazione di ripetizioni dirette in un DNA ospite fiancheggiante un trasposone.
(a) Le frecce indicano le posizioni dove i due filamenti di DNA ospite verranno tagliati in modo sfalsato, a 9 coppie di basi di distanza.
(b) Dopo il taglio.
(c) Il trasposone (in giallo) è stato ligato con un filamento del DNA ospite su ciascun lato, lasciando due interruzioni di 9 coppie di basi ciascuna.
(d) Dopo che le interruzioni sono state riempite, a ciascuna estremità del trasposone compaiono ripetizioni di 9 coppie di basi del DNA ospite (rettangoli rosa).

I PUFF


I puff (come il cappello del cuoco) sono strutture che si formano in seguito alla despiralizzazione di una parte del DNA; appaiono come zone del cromosoma particolarmente rigonfie, durante la sintesi di RNA.
Somministrando artificialmente alcuni ormoni o variando le condizioni ambientali, è stato possibile osservare in quali zone si formavano e localizzare all'interno dei cromosomi alcuni geni che dirigono la sintesi di determinate proteine. Ulteriori informazioni sui Puff cromosomici.
Soto: Bande colorate nel Dna gigante delle ghiandole salivari della Drosophila. Ecco un documento sul bandeggio dei cromosomi umani.

EPIGENETICA

Metilazione e acetilazione.

Sulla rivista Le Scienze E. J. Nestler mette in evidenza gli effetti dei gruppi metilici ed acetilici sulle proteine istoniche, sulle quali si avvolge la doppia elica del DNA. Il gruppo metilico contrasta la trascrizione, quello acetile, invece, favorisce la distensione della cromatina e quindi induce l'attività del gene. Ingrandisci l'immagine sottostante per leggere il funzionamento del meccanismo.